34° Rally Bellunese, sarà un’edizione “grandi firme”

La gara organizzata da Tre Cime Promotor promette di fare il pieno di “primedonne”. Le iscrizioni chiuderanno il 15 marzo, ad una settimana dal via

Se il buongiorno si vede dal mattino, il 34° Rally Bellunese promette di essere un’edizione “grandi firme”.

De Cecco è il recordman della corsa

Le iscrizioni alla corsa, valida come appuntamento inaugurale della rinnovata Coppa Rally 4^ zona, che comprende le provincie di Belluno, Venezia e Friuli Venezia Giulia, non erano ancora state aperte e già c’era stato un clamoroso annuncio da parte di Claudio De Cecco. Il pilota della Friulmotor, detentore del record di successi nella corsa organizzata dalla Asd Tre Cime Promotor (ben quattro: 1993, 1996, 1999 e 2017), ha ufficializzato che, oltre a tre gare del trofeo del Tricorno, il Campionato nazionale sloveno, dove affiancherà il campione in carica Rok Turk, torna a correre la Coppa Rally di zona, la “vecchia” Coppa Italia, competizione che in passato ha vinto cinque volte. De Cecco, che sarà navigato dal fido Jean Campeis, guiderà la Hyundai I20 R5 ufficiale, fornitagli dalla filiale slovena della casa coreana, la stessa con cui è stato secondo assoluto nel trofeo sloveno nel 2017 e nel 2018. L’obiettivo dichiarato del pilota di Manzano del Friuli è quello di centrare la qualificazione per la finalissima di Como. Primo appuntamento stagionale, dunque, il 23 e 24 marzo al 34° Rally Bellunese.

Signor-Bernardi testeranno il CIWRC

Fin dall’ottobre scorso, quando erano fra i favoritissimi del 33° Rally Bellunese poi annullato per l’uragano Vaia che devastò il territorio della provincia di Belluno, anche Marco Signor e Patrick Bernardi avevano manifestato la volontà di essere presenti alla successiva edizione della corsa. Proposito mantenuto, come si conviene fra uomini di parola: i campioni italiani rally WRC 2016 saranno della partita con una vettura che sarà svelata soltanto fra qualche giorno. Il 34° Rally Bellunese servirà all’equipaggio trevigiano-bellunese come gara test in vista di un nuovo impegno nel tricolore WRC.

Il “rosso volante” punta al poker

Di recente il presidente del comitato organizzatore del Rally Bellunese, Achille “Brik” Selvestrel, è stato contattato da un altro grande protagonista del rallysmo Triveneto: Alessandro Battaglin. Da vent’anni a questa parte, nella corsa della Tre Cime Promotor, il “Rosso volante” di Marostica è sempre stato un punto di riferimento assoluto. Tre successi (2000, 2009 e 2015) e due secondi posti (1999 e 2017) il biglietto da visita con cui Battaglin si presenterà ai nastri di partenza del Rally Bellunese 2019. Da soli, questi tre campioni porteranno in gara nell’appuntamento del 23 e 24 marzo prossimi ben nove allori. E non è finita, visto che le iscrizioni al 34° Rally Bellunese saranno aperte fino alle 20 di venerdì 15 marzo prossimo, la settimana prima del via.

Pubblicati i video delle speciali

Da venerdì scorso, su indicazione del supervisore alla sicurezza, il ligure Guido D’Amore, navigatore professionista di lungo corso, nell’apposita sezione del sito internet della gara (www.trecimepromotor.com/rally-bellunese-2019/), sono stati pubblicati, oltre alle cartine del percorso e delle prove speciali, anche i filmati video di queste ultime. Si tratta della PS 1 “Oasi Circuit”, la prova spettacolo di 3,530 km, che si svolgerà a partire dalle 19.29 di sabato 23 marzo; della PS2-5-8 “Lentiai”, di 7,200 km, che vedrà il primo passaggio alle 8.56 di domenica 24 marzo; della PS3-6 “Cesio”, di 6,800 km, con inizio dei due passaggi alle 9.18 e 12.41 di domenica 24 marzo; della PS4-7-9 “Melere”, di 14,550 km, con inizio dei passaggi alle 9.58, 13.21 e 16,21 di domenica 24 marzo.

Lo shakedown è la novità 2019

Novità di questo 34° Rally Bellunese sarà la possibilità per i concorrenti di effettuare, dalle 12 alle 15 di sabato 23 marzo, lo shakedown, ossia il test pregara che permetterà agli equipaggi e alle loro assistenze di effettuare verifiche sull’affidabilità e il set up del mezzo. Lo shakedown si svolgerà nel Comune di Borgo Valbelluna, nella zona di Lentiai, su un tratto di strada di 2,030 km, chiuso alla circolazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *