Mancano 50 giorni al 36° Rally Bellunese

Fra 50 giorni si accende il semaforo verde del 36° Rally Bellunese, gara inaugurale della stagione 2021 della Coppa Rally 4^ zona

Il conto alla rovescia segna -50: fra cinquanta giorni il Rally Bellunese 2021 entrerà nel vivo.  La gara inaugurale della Coppa Rally 4^ zona 2021, in programma a Lentiai di Borgo Valbelluna, il 17 e 18 aprile prossimi, si avvicina sempre più e a scandire il tempo sono ora anche i cambiamenti dei colori e del paesaggio in Val Belluna e nella Pedemontana bellunese. L’inverno sta a poco a poco diventando un ricordo, mentre una lucente primavera sembra voler fare da incoraggiante trampolino di lancio all’edizione numero 36 della competizione organizzata da Asd Tre Cime Promotor, una classica del panorama rallistico.

Dall’Alfetta di Pittoni alle WRC e WRC Plus

A 50 giorni dal primo grande evento dei rally Triveneti in era pandemica, c’è fermento sia all’interno del gruppo organizzatore, più che mai impegnato ad allestire una competizione di spessore che tenga fede alla tradizione del Rally Bellunese (la prima edizione si disputò nel 1975 e fu vinta da Pittoni-FOX, su Alfa Romeo Alfetta GTV); che fra i piloti, i navigatori, i noleggiatori e le scuderie, tutti più che mai desiderosi di ritornare a praticare, in assoluta sicurezza, lo sport che amano e che per molti di loro è anche lavoro. Sicuramente è presto per fare nomi di possibili protagonisti della corsa, che si articolerà in sette prove speciali come da nuovi regolamente sportivi nazionali, ma è già certo che non mancheranno al via, come in passato, piloti e vetture che hanno scritto belle pagine di rallismo. Tanto più che quest’anno, con la conferma del coefficiente 1,5, il 36° Rally Bellunese, potrà schierare al via anche le performanti vetture WRC e WRC Plus, abitualmente escluse dalle gare di Coppa Rally di zona.

Grazie Santa Giustina, benarrivato Borgo Valbelluna

Quest’anno, dopo oltre quattro lustri felicemente trascorsi a Santa Giustina, la sede di partenza ed arrivo del Rally Bellunese si sposteranno nella zona industriale di Lentiai, in Comune di Borgo Valbelluna. Tre Cime Promotor ha già avuto modo di spiegare che non si tratta di una decisione assunta per dissapori con chicchessia, né per cancellare il passato, piuttosto di una scelta obbligata, dovuta ad esigenze logistiche conseguenti alla necessità, per ogni organizzatore, di rispettare lo specifico Regolamento di settore e il Protocollo sanitario emanati da ACI Sport, tenendo conto delle disposizioni governative riguardanti l’emergenza Covid-19. Ecco che, a cinquanta giorni dal semaforo verde del 36° Rally Bellunese, gli organizzatori ribadiscono il loro grazie a Santa Giustina e il benarrivato a Borgo Valbelluna.

Un evento di tradizione e prodigo di emozioni

Cinquanta giorni al Rally Bellunese, cinquanta giorni a un evento ricco di tradizione e prodigo di emozioni a cui Asd Tre Cime Promotor non ha mai smesso di credere nemmeno dopo le pesanti difficoltà organizzative conseguenti al maltempo di VAIA 2018 e alla pandemia da Covid-19. Intanto si è già allargato il novero degli Enti patrocinatori dell’evento: gli Automobile club di Belluno e Vicenza, la Sezione di Belluno del CONI, Regione Veneto, Provincia di Belluno, Comuni di Belluno, Santa Giustina, Limana, Sedico; e chi collabora: Dolomiti Racing Motorsport, Turismo del Veneto, Consorzio Turistico Dolomiti Prealpi. Il conto alla rovescia può procedere spedito: fra 21 giorni si apriranno le iscrizioni e fra poco più di un mese e mezzo i rombi dei motori saranno protagonisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *